in:

Sono due le vittime accertate nell’incidente tra un tir e un’autocisterna, che ha provocato varie esplosioni. Decine i feriti

C’è per ora una sola vittima accertata nell’incidente tra un tir e un’autocisterna, che ha provocato varie esplosioni. Si tratterebbe di uno degli occupanti dell’autocisterna, la prima a esplodere. Oltre 50 i feriti, alcuni gravi. Feriti anche carabinieri e vigili del fuoco intervenuti. Un’auto sarebbe stata vista volare nel vuoto. E ancora non si sa se la porzione del ponte crollato è finita su mezzi in transito.

Tra i feriti, tre hanno riportato ustioni molto serie e sono stati trasferiti in centri specializzati a Cesena e a Parma. Uno di questi è un poliziotto, un agente 33 anni del commissariato Santa Viola, portato in gravi condizioni al Bufalini di Cesena. Altri due agenti della Polizia Stradale hanno riportato ustioni più lievi. Fra i feriti anche 11 carabinieri.
Stava probabilmente trasportando gpl l’autocisterna scoppiata poco prima delle 14 a Borgo Panigale sull’A14. Lo ha detto l’ingegner Giovanni Carella, coordinatore emergenze dei vigili del fuoco dell’Emilia-Romagna. “L’onda d’urto è stata violentissima – ha detto – molti feriti, infatti, hanno ferite da taglio per i vetri scoppiati. È crollato il viadotto dell’autostrada, la deflagrazione è stata molto violenta e ha squarciato le lamiere dell’autocisterna che molto probabilmente trasportava Gpl. Le fiamme si sono alzate altissime ma sono state domate abbastanza presto”.
L’esplosione dell’automezzo andato in fiamme sul raccordo tra la A1 e la A14 all’altezza di Borgo Panigale ha determinato lo squarcio e il crollo di una porzione della sede autostradale sul ponte che sovrasta la via Emilia. Intorno all’area dell’esplosione sono andati in fumo tutti i supporti di legno che costeggiano il ponte e fungono anche da barriere fonoassorbenti oltre che da strutture di protezione. La deflagrazione ha fatto andare in frantumi le vetrate di una concessionaria auto Peugeot e Citroen e ha investito diversi mezzi parcheggiati di fronte alla struttura che sono state danneggiate. La deflagrazione ha fatto tremare le vetrate anche di diversi appartamenti e diverse case della zona alcune andate in frantumi. Diversi sono gli infissi divelti dei caseggiati che si affacciano proprio sulla Via Emilia.
La foto del momento dell’esplosione dell’autocisterna sul raccordo.


Riproduzione riservata © 2018 TRC