in:

Due giovani arrestati, 6 denunciati e 12 segnalati alla Prefettura: è il bilancio del rave party abusivo sulla Fondovalle

Due giovani arrestati, 6 denunciati e 12 segnalati alla Prefettura: è il bilancio del rave party, ovviamente non autorizzato, che grazie al tam tam della rete, era stato pianificato lungo la Fondavalle a Pavullo, alle spalle del ristorante da Martino. Circa 600 i giovani arrivati sul nostro Appennino a partire dalle 22 di sabato sera. Per tutta la notte i carabinieri hanno controllato la situazione e chiuso gli accessi per evitare che ancora più gente si radunasse sulle rive del fiume Panaro. Un via vai durato ore, solo alle prime luci dell’alba è iniziato il deflusso vero e proprio dei partecipanti. Uno dei giovani controllati è stato arrestato perché era in possesso di una cinquantina di dosi di stupefacente, soprattutto droghe chimiche; mentre un altro giovane è finito in manette perché ha tentato di forzare un posto di blocco dei carabinieri, rischiando di ferire i militari. La Fondovalle ciclicamente viene scelta come luogo per ospitare queste feste clandestine, senza alcuna regola, con il solo passaparola del web e poi attraverso contatti diretti nei quali viene data l’indicazione esatta del posto. Arrivano giovani da tutta Italia, si creano situazioni di potenziale pericolo, circola molta droga. Da sabato notte è dunque stata incessante l’attività dei militari che hanno pattugliato la Fondovalle. Sempre lungo le sponde del Panaro, già all’inizio del mese di luglio, era stato organizzato un altro rave, mentre tre anni fa a migliaia si erano radunati nella stessa zona della Fondovalle.


Riproduzione riservata © 2018 TRC