in:

Identificato il cadavere dell’alpinista recuperato ieri sera, è un 60enne di Ravenna

E’ dell’alpinista che ieri mattina si è rifiutato di scendere in elicottero dalla vetta del Monviso
(3.841) il cadavere recuperato dal soccorso alpino nella tarda serata di ieri nel canale Calcino, lungo la via Sud del Monviso dove all’ora di pranzo era stato visto precipitare da un escursionista tedesco che ha subito dato l’allarme. Lo hanno appurato i carabinieri, al termine delle procedure di identificazione. Si tratta di G.G., 60enne della provincia di Ravenna. Venerdì
notte aveva bivaccato sulla parete Est del Re di Pietra, a quota 3.600 metri, dove l’aveva sorpreso il maltempo. La mattina successiva ha raggiunto la vetta della montagna, ma soltanto il suo compagno di spedizione è salito sull’elicottero del 118 che aspettava anche lui.  L’incidente mentre scendeva dalla cima del Monviso, in una zona ritenuta particolarmente impervia. Soltanto con il passare delle ore si è capito che l’uomo visto precipitare era lui: il
compagno, lo ha atteso inutilmente a Pian del Re, senza riuscire a mettersi in contatto con lui. E al rifugio Quintino Sella, dove avrebbe dovuto transitare, non è mai arrivato.


Riproduzione riservata © 2018 TRC