in:

Nel Ravennate, denunciato il titolare di un bazar cinese

Bastoncini di incenso profumati dannosi per la salute, per la presenza di idrocarburi aromatici
volatili come benzene, toluene, isomeri dello xilene e stirene, sostanze potenzialmente cancerogene propagabili nell’aria a seguito della combustione. La Guardia di Finanza di Ravenna ne ha sequestrati 1.600 all’interno di un piccolo bazar di Lido Adriano, gestito da un cinese: i prodotti sono vietati dal ministero della Salute e segnalati nell’ambito del sistema di
allerta del Ministero dello Sviluppo Economico. Nella zona di Brisighella, invece, le Fiamme gialle hanno individuato una bancarella che esponeva accessori per l’abbigliamento e per la telefonia, casalinghi, piccoli attrezzi per il bricolage, tutti risultati non conformi alle norme del Codice del Consumo, in quanto mancanti non solo del marchio ‘CE’, ma anche delle necessarie informazioni su provenienza, produttore o l’importatore, e delle avvertenze per il corretto l’utilizzo. Il titolare è stato segnalato alla Camera di commercio, i prodotti sequestrati.


Riproduzione riservata © 2018 TRC