in:

La Guardia di Finanza ha messo a segno un’importante operazione di contrasto al contrabbando di sigarette

E’ dal controllo di un autoarticolato con motrice e rimorchio, proveniente dalla Slovacchia e diretto a Civitavecchia, che il Comando provinciale della della Guardia di Finanza ha messo a segno un’importante operazione di contrasto al contrabbando di sigarette. Il mezzo è stato intercettato dai militari del II Gruppo delle Fiamme gialle bolognesi nell’ambito di un’attività di servizio un’area di sosta dell’A1 nel Comune di Sasso Marconi, che all’interno hanno rinvenuto oltre 3 tonnellate e mezzo di tabacchi lavorati esteri, contenuti in 3 grossi contenitori di plastica apparentemente destinati a materiale liquido. I finanzieri, a seguito dell’esame della documentazione esibita dall’autista del mezzo pesante, si sono insospettiti e pertanto hanno approfondito il controllo sul materiale trasportato utilizzando uno scanner presente negli spazi doganali dell’Interporto di Bologna in cui è stato scortato il mezzo. L’accurato controllo effettuato ha consentito di individuare, abilmente occultate all’interno del carico trasportato, oltre 350 casse di sigarette corrispondenti a circa 17.520 stecche, per un valore commerciale indicativo di oltre 788.000 euro. L’autista del mezzo pesante è stato fermato e tratto in arresto, mentre le sigarette e l’autoarticolato sono stati sottoposti a sequestro. L’attività di servizio testimonia il costante presidio esercitato dalla Guardia di Finanza su tutto il territorio bolognese anche nel contrasto al contrabbando di sigarette, che nell’ultimo periodo ha fatto registrare un preoccupante incremento, soprattutto per quanto riguarda i tabacchi lavorati esteri provenienti dall’Est Europa.


Riproduzione riservata © 2018 TRC