in:

Cessato lo sgombero dei residenti nell’area interessata. Tutte le operazioni coordinate dall’Esercito

Si sono concluse senza problemi le operazioni, coordinate dall’Esercito, di disinnesco e rimozione di una bomba d’aereo americana di oltre 200 chilogrammi, trovata in un cantiere edile a Santarcangelo di Romagna (Rimini). E’ cessato lo sgombero e sono stati riaperti i varchi: erano circa seimila le persone coinvolte e in mattinata era stata interrotta la circolazione stradale e ferroviaria nell’area. Dopo il despolettamento, iniziato poco prima delle 11, l’ordigno è stato prelevato, caricato su un mezzo e portato in una cava per il brillamento. Le operazioni, coordinate dalla prefettura di Rimini, hanno coinvolto 15 tra artificieri e personale in supporto dell’Esercito – 8/o reggimento genio guastatori. Un centinaio di volontari della protezione civile,
110 elementi tra carabinieri, polizia di Stato con un elicottero, polizia provinciale e municipale, più 13 gli operatori dei vigili del fuoco, una pattuglia della Guardia di finanza, quattro ambulanze e un’auto medica del 118 Romagna Soccorso, con l’ospedale di Santarcangelo allertato per l’accoglienza di nove pazienti con gravi disabilità.


Riproduzione riservata © 2018 TRC