in:

L’esito in secondo grado del processo sull’operazione ‘Luccio’

Si è concluso con la conferma di tre condanne e con un’assoluzione il processo davanti alla Corte di Appello di Bologna per l’operazione ‘Luccio’ che nel 2011 portò all’arresto di una batteria di ‘bancomattari’ accusati di assalti esplosivi a sportelli. Il 26 febbraio di quell’anno, durante un ‘colpo’ a Mirabello di Ferrara, un membro della banda rimase anche gravemente ferito da un’esplosione e fu lasciato all’ospedale dai complici in fuga. Il processo di appello davanti alla prima sezione penale riguardava quattro imputati che scelsero l’abbreviato. I giudici hanno confermato le condanne a Andrea Luccarini (quattro anni e otto mesi), Stefania Romagnoli (un anno ) e Oronzo Turi (tre anni e quattro mesi), difesi dagli avvocati Roberto D’Errico e Matteo Murgo. Assolto, invece, Stefano Corona, difeso dall’avvocato Robert Venturi e in primo grado condannato a due anni e due mesi per il tentato furto a Mirabello: episodio per cui, secondo i giudici, non è provata la sua partecipazione.


Riproduzione riservata © 2018 TRC