in:

Controlli serrati in Riviera. Trovata droga nascosta nei giochi dei bambini. Arrestate due persone per spaccio, vendevano a clienti svizzeri

La Polizia ha arrestato a Rimini due gambiani sorpresi a vendere droga a due turisti svizzeri. E’ successo sul lungomare del porto, nei pressi dello stabilimento balneare numero 5. La
droga, 100 grammi di hashish era stata nascosta sotto i giochi dei bimbi presso il lido, ed è stata scoperta grazie ai cani poliziotto. I due turisti sono stati segnalati alla Prefettura
come assuntori. Oltre che sul fronte del contrasto al traffico di sostanze
stupefacenti continuano i controlli della Polizia riminese sulla vendita di bevande alcoliche ai minorenni sia nei mini market che nei bar. Venerdì sera i gestori di un chiosco in centro storico sono stati denunciati per aver servito alcol a tre ragazzine 15enni. Agenti in borghese infatti dopo aver visto il barista versare tre cosiddetti ‘shortini’ alle ragazze hanno controllato i
documenti scoprendo la minore età delle ragazze. E dopo aver chiamato i genitori hanno preceduto alla denuncia penale dei gestori del locale. Non è primo caso, la settimana scorsa un
mini market è stato chiuso dalla Polizia per 15 giorni per lo stesso motivo.
“E non sarà l’ultimo”, ha detto il questore di Rimini, Maurizio Improta, che di recente ha firmato un provvedimento in base al l’articolo 100 del Tulps per 4 locali di Riccione.
“Purtroppo – ha aggiunto – c’è poca attenzione da parte dei gestori dei locali alla tutela delle fasce deboli come sono appunto i minorenni”. Il locale ora rischia un provvedimento in
base all’articolo 100 del Tulps, già molte volte applicato in Rivera dove la Polizia di Stato monitora costantemente i punti di maggiore affluenza. “Molta attenzione nei luoghi di ritrovo
per giovanissimi – ha concluso il questore – locali sulla spiaggia a Bellaria, in centro città e sul lungomare a Rimini e come oramai noto il Marano di Riccione”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC