in:

Lite tra due persone, uno dei due litiganti si è tranquillizzato all’arrivo della pattuglia, mentre l’altro ha dato un pugno in faccia a un Maresciallo

I Carabinieri di Alto Reno Terme hanno arrestato un quarantanovenne marocchino per resistenza a un pubblico ufficiale e lesioni personali. E’ successo la scorsa notte, quando il 112 è stato informato che due persone ubriache stavano litigando nei pressi di un bar in Viale dei Caduti. All’arrivo dei Carabinieri, uno dei due litiganti si è tranquillizzato, mentre l’altro, ha dato un pugno in faccia a un Maresciallo. L’aggressore, identificato nel quarantanovenne marocchino, residente a Castel di Casio e con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, è finito in manette ed ha trascorso la notte in camera di sicurezza. Il Maresciallo è stato trasportato al Pronto Soccorso ed è stato dimesso con una prognosi di otto giorni. Stamane in sede di giudizio direttissimo, l’arresto dell’immigrato è stato convalidato e il marocchino è stato rimesso in libertà, in attesa dell’udienza posticipata a dicembre.
Ubriachi, ma questa volta al volante, anche a Imola e Medicina. I militari, durante controlli alla circolazione stradale, hanno identificato numerosi automobilisti. Tra questi, due italiani sono finiti nei guai, un trentaquattrenne alla guida di una Lancia, controllato per le strade di Imola, perché era ubriaco (1,28 g/l), mentre un cinquantacinquenne alla guida di una BMW, controllato a Medicina, perché era senza patente, poiché gli era stata revocata in passato. L’auto è stata sequestrata ai fini della confisca.


Riproduzione riservata © 2018 TRC