in:

Strage sulle strade, vittime soprattutto centauri, alcuni giovanissimi. E investito un bimbo sulle strisce, ma non dovrebbe essere grave

Strage sulle strade, vittime soprattutto centauri. E’ morto sul colpo alle 6 di ieri mentre, in sella alla propria Yamaha Fazer, stava percorrendo la via Cervese, diretto a Cervia (Ravenna). Luca Presepi aveva 28 anni, abitava a Cesena, lavorava in un supermercato di Cesenatico, giocava a beach volley ma la sua grande passione erano le motociclette. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri si è scontrato con una Peugeot 307 che stava svoltando a sinistra, per immettersi in un distributore di benzina. Un altro motociclista è morto in un incidente stradale avvenuto sempre ieri in provincia di Pavia. Dopo il drammatico schianto verificatosi questa mattina lungo la strada provinciale che collega i comuni di Torre d’Isola (Pavia) e Bereguardo (Pavia), nel quale ha perso la vita un ragazzo di 17 anni che è stato schiacciato dalla vettura contro la quale si era scontrato, nel pomeriggio un 42enne di Piacenza è deceduto in seguito ad uno scontro con un Suv avvenuto a Santa Maria della Versa (Pavia), in Oltrepò Pavese. L’incidente si è verificato alla frazione Sannazzaro del comune oltrepadano. Il 42enne piacentino, secondo una prima ricostruzione, è sbandato alla guida della sua moto, andando a sbattere contro la vettura che giungeva in senso opposto sulla quale viaggiavano due donne (una delle quali è rimasta ferita). Il motociclista è stato sbalzato dalla sella della moto ed è caduto pesantemente sull’asfalto. Subito soccorso dal 118, è stato trasportato d’urgenza al Policlinico San Matteo di Pavia. Nonostante i tentativi dei medici di rianimarlo, non c’è stato nulla da fare: troppo gravi le ferite riportate dall’uomo nell’incidente. E due sere fa a Medolla, Modena, ha perso la vita un ragazzo di soli 16 anni, Mattia Negrelli, di San Giacomo delle Segnate, Mantova. Il ragazzino era in sella alla sua moto da cross, una Honda 125 in direzione Fossa-Vallalta quando alle 21.30 circa si è scontrato con una Bmv guidata da un 44enne di Mirandola. Infine ieri mattina a Rimini, un bimbo di 3 anni è stato investito mentre attraversava sulle strisce pedonali con il babbo. Il piccolo soccorso dal 118 è stato trasportato in elicottero al Bufalini di Cesena ed è ricoverato in Rianimazione ma le sue condizioni non dovrebbero essere gravi. Sul posto è intervenuta la Polizia Municipale. Secondo una prima ricostruzione il piccolo camminava vicino al padre che spingeva un passeggino sulle strisce. L’auto, una monovolume condotta da un disabile residente nel Veneziano, si è fermata per far passare l’uomo e senza vedere il bambino è ripartita: l’automobilista si è fermato una seconda volta quando ha avvertito il sobbalzo della ruota che ha travolto il bimbo. Quando è stato soccorso non presentava lesioni visibili ma per escludere traimi da schiacciamento è tenuto in Rianimazione. Infine, questa mattina una donna di 53 anni è morta e il compagno di 39 è rimasto gravemente ferito in un incidente stradale, alle porte di Ravenna, tra la moto sulla quale i due viaggiavano e un’auto il cui conducente, un 70enne ravennate, è rimasto ferito, ma in maniera non grave. Lo schianto nei pressi della frazione di Savarna, quando, per cause ancora al vaglio della polizia Stradale, la moto, guidata dal 39enne è andata a sbattere contro lo spigolo anteriore sinistro della vettura, finendo la sua corsa nella scarpata laterale: la donna, originaria di Chieti ma residente a Massa Lombarda, nel Ravennate, è morta sul posto e ora si trova all’obitorio dell’ospedale di Ravenna. Mentre il 39enne è stato portato all’ospedale ‘Bufalini’ di Cesena con l’elicottero del 118. (immagine di repertorio)


Riproduzione riservata © 2018 TRC