in:

Legata, imbavagliata e stuprata per ore. E’ la denuncia di una giovane barista cinese di Piacenza. Il presunto aggressore fermato a Milano

Legata, imbavagliata e stuprata per ore. E’ la denuncia di una giovane barista cinese di Piacenza: i fatti sarebbero accaduti la notte tra mercoledì e giovedì. Secondo il racconto della vittima ai carabinieri, l’aggressore si sarebbe presentato nel locale poco prima della chiusura e per ore avrebbe abusato di lei, in quel momento sola, dopo averla legata e imbavagliata. Le grida della donna però sono state udite dai vicini che hanno chiamato i soccorsi, facendo scappare l’aggressore. La vittima è finita in ospedale, sotto choc, è stata dimessa questa mattina. Sono subito scattate le ricerche dell’uomo, che potrebbe già essere stato fermato, ma sulla vicenda procura e forze dell’ordine mantengono il massimo riserbo.

La vittima, una donna 40enne, è stata anche malmenata. E intanto si apprende che a Milano i carabinieri hanno fermato un romeno di 34 anni, accusato di essere il responsabile della violenza sessuale. L’uomo, che stava fuggendo, è stato identificato dai Carabinieri di Piacenza e individuato in zona Forlanini, a piedi. Si tratta di un pregiudicato che stava scontando una condanna per altri reati, in detenzione domiciliare con permesso di uscire per lavorare durante il giorno, ma non di notte.


Riproduzione riservata © 2018 TRC