in:

Guidava ubriaco e a folle velocità per le vie di Corticella, la sua corsa si è conclusa dopo un lungo inseguimento

Guidava ubriaco e a folle velocità per le vie di Corticella, la sua corsa si è conclusa dopo un lungo inseguimento della polizia che lo ha denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, false dichiarazioni, porto abusivo di armi, guida in stato di ebbrezza, oltre al ritiro della patente. Il fatto è accaduto poco dopo le 22 quando una volante ha incrociato un’Alfa Romeo 146 con due persone a bordo che sfrecciava a forte velocità in via Stendhal, così ha fatto inversione di marcia e ha dato inizio all’inseguimento. In via Shakespeare ha intimato l’alt, azionando anche lampeggiante e sirena, ma il conducente, dopo aver reagito con un “gestaccio” ha continuando la corsa con sorpassi pericolosi, gimcane tra le auto e semafori rossi. Arrivati in uno spiazzo di via Ferrarese, ormai alle strette, ha cercato di abbandonare l’auto per fuggire a piedi, ma è stato bloccato dagli agenti. L’uomo, nato in Argentina nel 1981, ha dichiarato di essere cittadino svizzero, ma all’interno dell’auto, intestata a una terza persona e senza copertura assicurativa, sono stati trovati i suoi documenti che hanno provato la sua residenza in provincia di Bologna. Nel vano porta-oggetti è stato rinvenuto un coltello multi-uso e sotto il sedile un martello. Con il supporto dei colleghi della Stradale l’uomo è stato sottoposto all’alcoltest che ha dato risultato positivo, pari a 2,02 g/litro. Nessuna conseguenza per il passeggero, un bolognese di 32 anni.


Riproduzione riservata © 2018 TRC