in:

Allevavano, per altro abusivamente, i cani, e li tenevano in pessime condizioni igieniche. Non solo, nella fattoria nascondevano anche droga e armi,

Allevavano, per altro abusivamente, i cani, e li tenevano in pessime condizioni igieniche. Non solo, nella fattoria nascondevano anche droga e armi, detenute illegalmente, tra cui due pistole ed un fucile con matricola abrasa. Questo è stato scoperto durante una operazione condotta dai Carabinieri di Riccione e Cattolica e della stazione forestale di Rimini che hanno arrestato tre componenti di un nucleo familiare originario del Napoletano residente nel capoluogo romagnolo. Nell’allevamento i militari hanno trovato 24 cani Pitbul (e chissa quale doveva essere il loro destino), un esemplare di tartaruga Testudo Greca e un maialino Minipig, oltre a un ingente quantitativo di stupefacenti e armi. Per i tre componenti del nucleo familiare – padre, madre e figlia minorenne di 17 anni – si sono aperte le porte del carcere di Rimini e del centro accoglienza per minori di Bologna: dovranno rispondere, fra l’altro, di detenzione di droga ai fini di spaccio, maltrattamento di animali e detenzione di armi clandestine.


Riproduzione riservata © 2018 TRC