in:

Le vessazioni e i maltrattamenti sono andati avanti anni, e alla fine lui l’avrebbe anche costretta ad allontanarsi dai figli

Minacciata e picchiata dal compagno, chiusa a chiave in casa dall’uomo che diceva di amarla: le vessazioni e i maltrattamenti sono andati avanti anni, e alla fine lui l’avrebbe anche costretta ad allontanarsi dai figli e a rompere ogni rapporto con loro. Lo ha raccontato la vittima che all’ennesima angheria ha deciso di dire basta: si tratta di una donna di Parma che si è rivolta alla polizia municipale. Nei giorni scorsi gli agenti del nucleo antiviolenza e tutela minori hanno eseguito una misura cautelare di divieto di avvicinamento e contatto nei confronti dell’indagato per maltrattamenti in famiglia. La donna, che ha riportato anche fratture, sarebbe stata obbligata a scrivere lettere ai figli chiedendo di non cercarla più e di lasciarla in pace, perché non voleva vederli. E proprio dai figli la donna è riuscita a trovare rifugio, raccontando tutto. E questi si sono rivolti alla Municipale, convincendo la madre a denunciare: l’indagine ha confermato il racconto. La vittima ha riferito anche di aver disdetto più volte interventi chirurgici perché il convivente temeva che, in ospedale, avrebbe potuto ricontattare i figli.


Riproduzione riservata © 2018 TRC