in:

Un romeno di 29 anni arrestato e due uomini che sono scappati all’arrivo della polizia di Stato e che erano al lavoro per smurare una cassaforte

Proprietari in vacanza, appartamenti nel mirino dei ladri. E fondamentale il controllo dei vicini di casa che hanno dato l’allarme. Primo episodio in via Mitelli, a mezzanotte e dieci. Due volanti della polizia di Stato sono intervenute dopo la chiamata di un residente che prima ha sentito suonare il campanello nell’abitazione vuota, poi ha visto un uomo aggirarsi in cortile. Sul posto gli agenti hanno visto un uomo uscire con una borsa poi scappare tornando indietro, senza il bottino. Lo hanno intercettato gli uomini di un’altra pattuglia, che stava arrivando da via Ferrarese, in via Lombardi. E’ finito in manette un romeno di 29 anni con precedenti, riconosciuto dal residente che ha dato l’allarme. Nel borsone trovato in cortile erano stati nascosti penne stilografiche, in oro e argento, bracciali, una collana di perle, orologi di diverso valore e cinque telefoni cellulari. Il tutto del valore di qualche migliaio di euro. In via Pizzardi, alle 3.25 di notte, i ladri erano al lavoro, in un appartamento, con strumenti e un flessibile di grandi dimensioni per smurare la cassaforte che avevano trovato in una stanza. Anche qui a chiamare il 113 è stato l’inquilino del piano di sopra sentendo alcuni rumori. I ladri sono entrati da una finestra e fuggiti dal balcone senza portare via nulla.


Riproduzione riservata © 2018 TRC