in:

I due sono stati trovati con oggetti da scasso occultati in uno zaino. Denunciati dai carabinieri

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Reggio Emilia hanno proceduto al controllo di una coppia di giovani che si aggirava con fare sospetto nei pressi delle rastrelliere per le bici poste in via Garibaldi. Dal controllo sono spuntati una serie di arnesi da scasso occultati in uno zaino, tra cui una tronchese lunga ben 60 cm ed una tenaglia, che i due avrebbero certamente di li a poco utilizzato per rompere le catene poste a sicurezza delle bici. Dinanzi tale evidenza, una volta identificati i due, rivelatisi essere un 41enne ed una 32enne entrambi residenti in città, agli uomini dell’Arma non è rimasto altro da fare che procedere prima al sequestro degli oggetti da scasso e poi alla segnalazione della coppia alla magistratura reggiana, per il reato di possesso ingiustificato degli oggetti atti allo scasso.


Riproduzione riservata © 2018 TRC