in:

Si sono introdotti in uno stabilimento industriale chiuso per fallimento per fare razzia di rame.

Si sono introdotti in uno stabilimento industriale chiuso per fallimento per fare razzia di rame. Hanno puntato dritti all’impianto elettrico sfilando i cavi dai quadri elettrici che poi hanno trascinato all’esterno. Ma nel bel mezzo della loro attività i 4 ladruncoli sono stati notati da una cittadina che ha allertato i Carabinieri di Rubiera (Reggio Emilia) che, subito intervenuti, li hanno sorpresi in flagranza. I 4 alla vista dei militari sono fuggiti nei campi: una è stata raggiunta e fermata. Nel cortile dell’azienda presa di mira i carabinieri hanno recuperato l’intera refurtiva costituita da circa 15 quitali di cavi di rame in parte caricarti su un’autovettura Alfa Romeo e in parte pronti a essere caricati su un camper: mezzi che recuperati dai carabinieri sono stati sequestrati. Con l’accusa di concorso in furto aggravato i Carabinieri della stazione di Rubiera hanno arrestato una 30enne nativa di Ferrara e residente a Castagnaro (VE). E’ accaduto ieri pomeriggio poco dopo le 18.30, i Carabinieri stanno cercando i complici, la cui identificazione potrebbe essere questione di giorni.


Riproduzione riservata © 2018 TRC