in:

Un giovane è stato tratto in salvo vicino all’auto che stava bruciando: un gesto eclatante per attirare l’attenzione della ex fidanzata

L’allarme è stato dato a tarda notte dalle Ferrovie dello Stato: un convoglio ha notato la densa colonna di fumo che proveniva da sotto il viadotto della TAV, alla fine di via Barchetta a Campogalliano. Sotto di esso i Vigili del Fuoco hanno trovato uno scenario di difficile ricostruzione: una Toyota Aygo in fiamme e, accanto ad essa, un 22enne coi piedi legati. Le indagini sono in corso ma il sospetto più fondato degli inquirenti è che si sia trattato di un tentativo di suicidio o, più probabilmente, di una simulazione. Il giovane era in cura da tempo per problemi psichiatrici ed era stato recentemente lasciato dalla fidanzata: elementi che contribuiranno a definire un quadro più chiaro. Il giovane, classe ’95 originario della Puglia, non sarebbe in gravi condizioni. Sul posto, dopo i Vigili del Fuoco, sono intervenute la Polizia Municipale e il reparto mobile della Polizia di Stato, oltre alla scientifica. Secondo i residenti il passaggio sterrato che conduce sotto al viadotto in via Barchetta è meta abituale di coppie in cerca di privacy ma nessuno, nei dintorni, si è accorto di nulla prima che un treno di passaggio notasse l’incendio.


Riproduzione riservata © 2018 TRC