in:

Incidente mortale questa mattina intorno alle 9 e un quarto, nelle campagne tra Granarolo e Lovoleto. Ha perso la vita un 23enne moldavo residente a Bologna

La sua auto, una Fiat Grande Punto nera, completamente distrutta nel campo a lato della strada, poco dopo l’incrocio con via Viadagola, a poca distanza dal casello dell’A13 Bologna Interporto. Il camion lungo via Gugliemo Marconi poco più là in direzione opposta, verso il capoluogo, con ben visibili i segni dell’impatto. Era questa la situazione che si presentava in mattinata nelle campagne tra Granarolo e Lovoleto poco dopo un terribile incidente in cui ha perso la vita un 23enne, cittadino moldavo residente a Bologna. Lui era alla guida dell’auto, quando intorno alle 9 e un quarto, secondo le prime ricostruzioni, ha perso il controllo del veicolo finendo contro un palo e poi uscendo di strada. Quindi è uscito dall’abitacolo, e probabilmente in stato confusionale si è incamminato lungo il ciglio della strada. Forse stava cercando aiuto, ma dopo un centinaio di metri è stato travolto da un mezzo pesante, guidato da un cittadino della Repubblica ceca, rimasto illeso dopo l’impatto. Il 23enne invece è stato sbalzato in un fosso e all’arrivo dei soccorritori del 118 era già morto. Per i rilievi sono intervenuti i Carabinieri, assieme alla Polizia municipale che ha regolato il traffico, facendo procedere le auto a senso alternato per circa un paio di ore.

La vittima si chiamava Eugeniu Mantaluta, con doppia cittadinanza italiana e moldava e da anni
residente a Bologna. I rilievi hanno confermato la prima ricostruzione: dopo il primo incidente, che ha gravemente danneggiato la Punto su cui viaggiava e fatto aprire l’airbag, il giovane è uscito da solo dall’abitacolo. Dal campo dove è finita la macchina è risalito sulla strada e si è messo a camminare lungo la Provinciale.  Secondo alcune testimonianze, è probabile che stesse
barcollando, per lo choc o per qualche ferita che aveva riportato, quando è stato investito dal tir condotto da un camionista della Repubblica Ceca, rimasto illeso. L’autotrasportatore è stato sottoposto ad alcoltest ed è risultato negativo. Gli accertamenti sul cronotachigrafo del
mezzo pesante avrebbero stabilito che stava procedendo appena oltre il limite di 70 km orari. Oltre ai Carabinieri, sono intervenute anche pattuglie della polizia Stradale e della
polizia Municipale.


Riproduzione riservata © 2018 TRC