in:

Lo stupefacente era “custodito” per la successiva immissione sul mercato della piazza reggiana da un richiedente asilo di nazionalità maliana

All’interno di due valige riposte sotto il letto dell’alloggio di fortuna, ricavato in un area dismessa delle ex Officine reggiane, custodiva un ingente partita di droga destinata ai giovani reggiani. A scoprirlo i carabinieri di Reggio Emilia che, supportati dalle unità cinofile di Bologna, hanno “battuto” i casolari abbandonati e le aree dismesse nell’area del quartiere Santa Croce. Lo stupefacente era “custodito” per la successiva immissione sul mercato della piazza reggiana da un richiedente asilo di nazionalità maliana, 20 anni, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sequestrati oltre 2 chili e mezzo di marjuana. Nei locali i carabinieri rinvenivano anche un bilancino di precisione.


Riproduzione riservata © 2018 TRC