in:

Il rave party abusivo di Piazza Verdi seguito da un’altra notte insonne, con tamburi e musiche fino alle prime ore del mattino, in via Petroni: cittadini dal questore

Il rave party abusivo di Piazza Verdi seguito da un’altra notte insonne, con tamburi e musiche fino alle prime ore del mattino, in via Petroni. I residenti si sono presentati questa mattina in Questura per sporgere denuncia contro il sindaco e il prefetto perché, dicono, “questa notte c’è stata omissione di intervento nonostante le nostre chiamate”. Ancora una volta i disagi sono stati documentati dai residenti che si sono dati appuntamento davanti alla Questura. Stanchi di sopportare degrado e notti insonni, hanno optato per una azione decisa. Con i residenti di via Petroni si schierano anche quelli di Piazza Verdi che, in una nota, hanno espresso solidarietà anche ai musicisti del Teatro Comunale che, durante il rave, hanno ricevuto insulti quando hanno chiesto di abbassare la musica: “Il comitato Piazza Verdi esprime la massima solidarietà verso i musicisti del teatro comunale offesi e aggrediti da un gruppo di giovani che hanno usato via del Guasto come privata discoteca infarcita di alcool grida vandalismi. Nessun luogo di Bologna può essere privatizzato e usato come recinto barbarico.Noi critichiamo l’ uso dei containers perché accrescono gli assembramenti e le mescite e quindi non condividiamo assolutamente una contestazione che si basa sullo sballo totale e l’uso vandalico dello spazio pubblico”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC