in:

Approfittando dell’ora d’aria un 21enne serbo è riuscito ad evadere dal carcere minorile di via del Pratello.

Approfittando dell’ora d’aria un 21enne serbo è riuscito ad evadere dal carcere minorile di via del Pratello. Il ragazzo era detenuto per piccole rapine e furti. E’ fuggito arrampicandosi su un albero del campo sportivo e riuscendo così a raggiungere la sommità del muro di cinta, da cui si è calato in strada attraverso la scala antincendio. A dare l’allarme l’agente della penitenziaria che si trovava in cortile. E’ successo venerdì pomeriggio, e le ricerche dell’evaso sono ancora in corso, sia a Bologna, sia nel genovese, dove vivono moglie e famiglia del malvivente. Il Sappe denuncia l’inefficienza e la disorganizzazione “che regnano anche nelle strutture minorili” e che hanno di fatto permesso al serbo di scappare. “Sarebbe opportuno installare ed attivare impianti anti intrusione ed antiscavalcamento – spiega il sindacato – far funzionare bene i monitor e impiegare il personale in compiti di sicurezza”. Il Sappe si dice anche contrario all’innalzamento a 25 anni come età che consente la permanenza nelle strutture minorili.


Riproduzione riservata © 2018 TRC