in:

Tentata violenza sessuale l’accusa mossa a un 80enne dai carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Reggio Emilia

Nonostante la veneranda età di 80 anni ardeva ancora in lui la “passione” di un adolescente. Per placare il forte desiderio di sesso, non avendo il danaro, non ha esitato ad andare con una prostituta pretendendo con la minaccia di un coltello la consumazione prestazione sessuale. Protagonista un pensionato ottantenne reggiano ora finito nei guai. Con l’accusa di tentata violenza sessuale e minaccia aggravata i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Reggio Emilia hanno denunciato alla Procura reggiana un pensionato 80enne residente a Reggio Emilia, incensurato. Spentasi la passione con la propria consorte l’uomo, secondo quanto accertato dai carabinieri, era un cliente “affezionato” della prostituta, una 45enne cittadina cinese che si prostituisce nella sua abitazione ubicata nel quartiere Santa Croce a Reggio Emilia. Ieri mattina poco prima delle 10,00 l’uomo aveva concordato con la prostituta un appuntamento per fare sesso a pagamento. Tanto era il desiderio che è peraltro arrivato in anticipo venendo invitato a ripassare in quanto la donna era impegnata con altro cliente. Arrivata la tanto attesa ora l’uomo è entrato in casa e dopo essersi accomodato nella camera da letto alla richiesta della prostituita di darle in anticipo i soldi per la prestazione sessuale a pagamento l’uomo ha tirato fuori un coltello con lama lunga 5 cm intimando alla donna di spogliarsi perché lui bramiva dalla voglia di fare sesso. La donna, impaurita, inizialmente fingeva di acconsentire alla richiesta ma dopo essersi denudata parzialmente fuggiva dalla camera uscendo da casa urlando tutta la sua paura. Chiudeva la porta tenendola bloccata dall’esterno. Quindi l’arrivo dei carabinieri del nucleo radiomobile che fermavano l’uomo conducendolo in caserma dopo aver recuperato il coltellino gettato nel pavimento dell’abitazione che veniva sequestrato. In caserma l’anziano si giustificava precisando che avrebbe perso la ragione alla richiesta dei soldi in anticipo in quanto, sebbene senza soldi, avrebbe comunque pagato la prostituta come le pregresse 150 prestazioni sessuali a pagamento che ha riferito di aver ricevuto nel recente passato. L’anziano, incensurato, è stato quindi denunciato alla Procura reggiana per tentata violenza sessuale e minaccia aggravata.


Riproduzione riservata © 2018 TRC