in:

Un chilo di cocaina purissima nascosta sotto la ruota di scorta: la Polizia Stradale ha assestato il secondo colpo in pochi giorni ai corrieri della droga in transito sulle nostre autostrade

Cocaina purissima, il narcotest non lascia dubbi; talmente pura da riportare ancora sul panetto adeguatamente compresso la sigla in tre lettere del produttore. E’ stata rinvenuta sotto la gomma di scorta della vecchia Fiat Bravo guidata da un corriere albanese, 46enne, nel secondo colpo messo a segno dalla Polizia Stradale di Modena nell’arco di pochi giorni. Prima due giovani spagnoli che avevano pestato troppo sull’acceleratore, e sono stati colti sul fatto nonostante l’ingegnoso meccanismo elettrico che avevano escogitato per nascondere lo stupefacente. Stavolta il corriere è stato più superficiale nel nascondiglio, ma transitando in autostrada da Modena Sud a Modena Nord andava piano. A farlo cogliere sul fatto sono state le pendenze legate all’automobile, oggetto di una cartella di Equitalia per bolli non pagati; un’auto a noleggio che non risulta affidata a chi la guidava ieri al momento del controllo; ragione in più, agli occhi degli agenti, per andare fino in fondo. Il controllo sull’identità del soggetto non ha lasciato dubbi: l’albanese è pluripregiudicato per droga, inevitabile la perquisizione che oltre al chilo di cocaina purissima dal valore di 200mila euro ha permesso di ritrovare pure due telefoni cellulari, ora utilissimi per proseguire le indagini.


Riproduzione riservata © 2018 TRC