in:

La donna è stata avvicinata da un’automobilista che pretendeva di avere 300 euro per la rottura dello specchietto: lei ha esitato e lui le ha strappato i soldi di mano

Un’ottantaquattrenne di Baricella che stava guidando in via Severino Ferrari, all’altezza dell’intersezione con via Canale della Botte, località San Pietro Capofiume di Molinella, è stata truffata dall’ennesimo malvivente originario di Noto. La donna è stata avvicinata da un’automobilista che pretendeva di avere 300 euro, come forma di risarcimento per la rottura dello specchietto retrovisore che, a suo dire, gli aveva provocato durante un sorpasso. L’anziana ha preso il portafogli, ma si è mostrata sin da subito contraria ad assecondare le richieste dell’automobilista che stava iniziando a innervosirsi. Questi, alla vista dei soldi che l’anziana teneva tra le mani, glieli ha sottratti ed è fuggito a bordo di una Volkswagen Golf. I Carabinieri, dopo essere risaliti alla targa dell’auto, hanno rilevato che il mezzo è intestato a una ventenne di Bologna ed è utilizzato anche da un suo conoscente, un ventiquattrenne di Noto, corrispondente alla descrizione che la vittima aveva fornito in sede di denuncia. La ventenne e il ventiquattrenne sono nomadi con precedenti di polizia soprattutto per reati in danno delle fasce più deboli (invalidi e anziani). Il ragazzo, ricercato dai Carabinieri, perché irreperibile, è stato denunciato per danneggiamento, truffa e furto con strappo. Le continue campagne dell’arma rivolte agli anziani stanno dando i loro frutti, rendendoli più diffidenti verso le richieste di denaro. Purtroppo non basta, anche perchè, come in questo caso, i malviventi diventano più aggressivi per cui basta un tentennamento per rischiare di essere derubati. Meglio rovolgersi subito alle forze dell’ordine, senza nemmeno toccare il portafoglio.


Riproduzione riservata © 2018 TRC