in:

Hanno ritrovato lo smartphone che il giovane aveva perso, mentre era in scooter, e gli hanno chiesto 100 euro per riaverlo indietro. Ma sono stati arrestati

Hanno ritrovato lo smartphone che il giovane aveva perso, mentre era in scooter, e gli hanno chiesto 100 euro per riaverlo indietro. Ma quando il 23enne si è presentato all’appuntamento per la restituzione, nei giardini vicino a Porta Saragozza a Bologna, ha visto il gruppo che aveva il suo smartphone e si è spaventato, così ha chiamato la polizia. Gli agenti così hanno fermato e identificato tre giovani albanesi: uno 17 anni e due di 18, entrambi arrestati per tentata estorsione in concorso con persona minore e trasferiti al carcere della Dozza. Uno è incensurato, l’altro ha precedenti per reati contro il patrimonio. Il più giovane è stato segnalato alla Procura per i minori. Il 23enne ha raccontato di aver perso il telefono lunedì mattina, mentre era in via di Gaibola. Per tutto il giorno ha provato a chiamare il numero senza risposta finché, a un tentativo della compagna, una voce maschile ha chiesto il riscatto. Ieri alle 18.15 l’appuntamento dove si è presentata anche la polizia. In tasca a uno dei maggiorenni è stato trovato il telefono.


Riproduzione riservata © 2018 TRC