in:

Sospesa la patente a Cheick Keita: la polizia municipale ha notificato al terzino franco-maliano, tesserato per il Bologna, il decreto prefettizio.

Sospesa la patente a Cheick Keita: la polizia municipale ha notificato al terzino franco-maliano, tesserato per il Bologna, il decreto prefettizio. Il calciatore, zero presenze in serie A, è indagato insieme a un amico senegalese per l’omissione di soccorso di una 12enne investita e ferita dalla sua Mercedes, il 22 febbraio in via Emilia Ponente. Gli agenti ieri pomeriggio sono stati al centro sportivo di Casteldebole, dove Keita ha partecipato all’allenamento con la squadra. Il decreto, stando a quanto si apprende, sembrerebbe non ritenere credibile la versione data dal giocatore, secondo cui lui non era presente al momento dell’incidente, ma sarebbe tornato poco dopo sul luogo, informato dagli amici a cui aveva prestato la macchina. A smentirlo anche un testimone che ha riconosciuto la sua felpa. Intanto per oggi era fissato l’interrogatorio, delegato dal procuratore aggiunto Valter Giovannini alla municipale e a personale della polizia giudiziaria della Procura. Giorni fa, però, i difensori di Keita e dell’amico ne avevano chiesto il rinvio, dicendo che entrambi gli indagati sarebbero stati in Francia. Ora, anche sulla base del fatto che la municipale ha invece constatato la presenza del francese a Bologna, la Procura valuterà se fissare una nuova data o se avviarsi alla conclusione dell’indagine, dopo l’esito dell’esame dei tabulati di cui si occupa la Polizia Stradale.


Riproduzione riservata © 2018 TRC