in:

Oggi a Bologna i giudizi della Corte d’appello hanno sostanzialmente confermato la sentenza di primo grado

Confermata oggi, presso la Corte d’appello di Bologna, la condanna nei confronti di Giulio Gerrini, l’ex capo del settore lavori pubblici del comune di Finale Emilia, condannato a due anni e quattro mesi per abuso d’ufficio nell’ambito del processo Aemilia. Gerrini, lo ricordiamo, era finito nei guai per aver favorito la ditta Bianchini costruzioni nell’affidamento di alcuni appalti post terremoto. Oggi a Bologna i giudizi della Corte d’appello hanno sostanzialmente confermato la sentenza di primo grado per tutti i 60 imputati processati con rito abbreviato, eccetto alcune novità: la condanna a 4 anni per il consigliere comunale di Reggio Emilia Giuseppe Pagliani ed il dimezzamento della pena nei confronti del collaboratore di giustizia Giuseppe Giglio, che in primo grado era stato condannato a 12 anni e 6 mesi, ora scesi a 6 anni.


Riproduzione riservata © 2017 TRC