in:

Si pensa principalmente a un gesto volontario o un incidente per il cadavere di un uomo, fra i 30 e i 40 anni, trovato in mattinata

Si pensa principalmente a un gesto volontario o un incidente per il cadavere di un uomo, fra i 30 e i 40 anni, trovato in mattinata da un pescatore sul litorale comacchiese (Ferrara), sugli scogli di Lido degli Estensi (Ferrara). Il corpo era adagiato sulle rocce frangiflutti con le gambe parzialmente immerse in acqua. Il pescatore ha subito chiamato i carabinieri che, con l’aiuto di vigili del fuoco e guardia costiera, hanno recuperato il corpo. Secondo la perizia del medico legale la morte risalirebbe a ieri. Il cadavere è di un uomo con i capelli molto corti, corporatura esile, quasi totalmente privo di denti e con numerose cicatrici da intervento chirurgico sull’addome. Indossava dei jeans con una cintura in pelle marrone, boxer scuri e calzini neri. I carabinieri stanno indagando sulle cause del decesso: al momento, a quanto si apprende, pare poco probabile un episodio di natura violenta e le ipotesi investigative, come detto, sarebbero rivolte verso un suicidio o un malore.


Riproduzione riservata © 2017 TRC