in:

E’ ancora ricoverato nel reparto di Rianimazione del Policlinico Sant’Orsola: importante l’aiuto nei primissimi istanti prima dell’arrivo dell’ambulanza

E’ sveglio, cosciente e collabora con infermieri e medici del reparto di Rianimazione del Policlinico Sant’Orsola dove è stato ricoverato ieri mattina dopo un infarto. Il pensionato 70enne, che ha accusato il malore al petto in via Galliera, è stato subito soccorso da un commerciante, Luca Sarti co-titolare della “Drogheria della Pioggia” che gli ha praticato il massaggio cardiaco, e da un tassista associato a Cotabo, Francesco Sangiorgi che ha usato il defibrillatore. A chiamare il 118 ieri poco prima delle 11, appena ha visto l’anziano a terra, è stato un agente della Polizia Ferroviaria di Bologna fuori servizio. Aiuti che sono stati fondamentali per l’anziano che poi, in ambulanza, è stato trasferito d’urgenza al Sant’Orsola. Al momento i medici stanno eseguendo accertamenti sulle cause dell’infarto e se ci sono possibili conseguenze. Si escludono per ora paresi o danni alla parola. I tre protagonisti di questo salvataggio si sono trovati insieme per caso, in via Galliera, ma un aiuto è arrivato anche grazie alla tecnologia, ovvero al sistema adottato da Cotabo: una applicazione, collegata al 118, che informa i venti tassisti abilitati all’uso dell’apparecchio salva-vita quando c’è bisogno di intervenire.


Riproduzione riservata © 2017 TRC