in:

È stata denominata “Ultimo Miglio” l’operazione ad alto impatto antiterrorismo della Polizia di Stato

È stata denominata “Ultimo Miglio” l’operazione ad alto impatto antiterrorismo della Polizia di Stato che in tre giorni ha portato al controllo di mezzi pesanti, furgoni e pullman all’ingresso dei centri storici delle città. L’operazione è stata coordinata dal Servizio Controllo del Territorio della Polizia di Stato in linea con le direttive impartite dal ministero dell’Interno in seguito all’attentato terroristico di Barcellona.  A Bologna il bilancio dei controlli avvenuti tra il 28 e il 30 agosto è positivo: controllati 193 automezzi, 249 persone, delle quali 77 stranieri e 177 italiani, 49 con precedenti di polizia, 4 contravvenzioni e nessun denunciato. Nei tre giorni sono stati impegnati 8 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine e tutte le volanti a rotazione. Il bilancio complessivo dell’operazione in tutte le province italiane è di 27.043 furgoni controllati , 24 arresti (la maggior parte per reati connessi alla droga) e 114 le persone denunciate, tra le 32.619 controllate, di cui 5.634 stranieri. 157 i mezzi sequestrati e 1.240 le contravvenzioni. Sul totale delle oltre 10 mila persone controllate in ognuna delle tre giornate il 21% aveva precedenti di polizia. L’attività, realizzata d’intesa con la Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, ha visto coinvolti i Reparti Prevenzione Crimine, le volanti delle Questure e dei Commissariati di Polizia di Stato, con una intensificazione dei posti di controllo e la verifica dei dati attraverso le banche dati delle forze di polizia, compresa quella Schengen. Nell’operazione sono stati impegnati 3.500 poliziotti ogni giorno.


Riproduzione riservata © 2017 TRC