in:

La Procura della Repubblica di Rimini ha aperto un fascicolo d’indagine per il suicidio di una 13enne

La Procura della Repubblica di Rimini ha aperto un fascicolo d’indagine per il suicidio di una 13enne residente nella provincia: l’estremo gesto era stato messo in atto nella notte tra venerdì e sabato scorso. La ragazzina si è gettata dal balcone di casa, un appartamento al primo piano, da un’altezza di almeno dieci metri finendo al suolo nel seminterrato. A trovarla, agonizzante, un vicino di casa intorno alle 1.20. Immediati i soccorsi dei medici del 118 che hanno tentato di salvarle la vita ma la 13enne è spirata in ambulanza. L’indagine è affidata ai Carabinieri, l’ipotesi di reato provvisoria è di induzione al suicidio. Lo strumento servirà alla magistratura per verificare se la ragazzina sia stata oggetto di maltrattamenti o atti di bullismo, sospetto nato ricostruendo l’accaduto ma ancora non confermato. L’adolescente ha lasciato un messaggio spiegando il gesto disperato e qualche tempo avrebbe compiuto gesti autolesionisti. La magistratura ha comunque disposto la restituzione della salma ai familiari.


Riproduzione riservata © 2017 TRC