in:

La Corte dei Conti ha confermato, in appello, la condanna del sindaco di Bologna

La Corte dei Conti ha confermato, in appello, la condanna del sindaco di Bologna, Virginio Merola, e di due dirigenti per la nomina a capo di gabinetto del Comune di un dirigente privo di laurea, Marco Lombardelli, che fu costretto a dimettersi a dicembre 2012 in seguito alle polemiche per la mancanza del titolo di studio. Sindaco e dirigenti dovranno pagare 30mila euro per danno erariale. La notizia, diffusa dal sito affaritaliani.it, è stata confermata dal Comune.


Riproduzione riservata © 2017 TRC