in:

Un bosco di piante di marijuana, per non dire di alberi, alte anche cinque metri. L’hanno trovato i carabinieri a casa di un 56enne

Un “bosco” di piante di marijuana, per non dire di alberi, dal momento che molti fusti avevano raggiunto anche cinque metri di altezza. L’hanno trovato i carabinieri a casa di un 56enne originario della bassa modenese ma residente da alcuni mesi a Serramazzoni. Nel giardino della sua abitazione, in una zona lontano da occhi indiscreti, aveva allestito un’autentica piantagione di marijuana che vendeva ai giovani della zona. Un lavoro certosino, portato avanti con una dedizione da esperto appassionato. Un sistema di irrigazione garantiva la crescita rigogliosa delle piante che raccoglieva man mano che arrivavano a maturazione. Gli occhi indiscreti però ci sono stati e la voce di un sospetto via vai dall’abitazione è arrivata anche ai carabinieri, che hanno fatto scattare la perquisizione e successivamente le manette per il 56enne. In casa i militari hanno trovato una trentina di buste contenenti la droga, pronte per essere vendute per un totale di oltre quattro chilogrammi mentre 59 erano le piante in giardino, metà delle quali con le foglie pronte per entrare in commercio.
Il 56enne, italiano e disoccupato, non è nuovo a questo genere di attività. Era finito nei guai anche lo scorso anno a San Cesario dove abitava prima di trasferirsi a Serramazzoni. Anche lì aveva allestito una rigogliosa serra con diverse piante di marjiuana


Riproduzione riservata © 2017 TRC