Nella giornata in cui la Ferrari annuncia il rinnovo fino al 2020 di Sebastian Vettel, il tedesco centra la prima fila nelle qualifiche del Gran Premio del Belgio

Giornata di rinnovi a Spa Francoschamps: Sebastian Vettel allunga il matrimonio con la Ferrari mentre Lewis Hamilton conferma il suo feeling speciale con la pole position. Nelle qualifiche del Gran Premio del Belgio l’inglese della Mercedes centra la numero 68 in carriera, eguagliando il mito Michael Schumacher. Primato assoluto condiviso destinato a essere infranto in fretta, proprio nel week end in cui si celebra il 25′ anniversario della prima vittoria in Formula 1 di Schumi, trionfatore a Spa nel 1992. Passato velato di malinconia mentre il presente racconta di un braccio di ferro totale tra Hamilton e Vettel. Il tedesco della Ferrari partirà accanto al rivale nella 12′ gara del Mondiale 2017: obiettivo, proteggere quel primato in classifica rafforzato con la vittoria in Ungheria che ha preceduto le classiche 4 settimane di pausa estiva. Pausa che la Ferrari ha sfruttato anche per disegnare il futuro del team: dopo il rinnovo per una stagione di Kimi Raikkonen, ecco l’annuncio della conferma fino al 2020 anche per Vettel. Agosto, classico periodo di mercato piloti: Hamilton alla vigilia del fine settimana belga aveva stuzzicato Vettel per i presunti contatti con la Mercedes. Del resto, che a Stoccarda sognino un super team tutto tedesco non è una novità. L’investimento ormai vecchio di 7 anni su Schumacher non diede i frutti sperati, quello su Rosberg ha portato in dote un titolo mondiale prima del prematuro ritiro del campione in carica. E allora, quasi inevitabili le voci su Vettel, spente sul nascere dal rinnovo triennale con la Ferrari. Matrimonio sempre più solido mentre tutto da consolidare è il primato in classifica iridata. A Spa si parte con Vettel a +14 su Hamilton ma i saliscendi del circuito tra i boschi delle Ardenne sembrano disegnati sulle caratteristiche di una Mercedes particolarmente performante anche grazie al motore evoluto presentato in anticipo sui patti con gli altri team, rimasti inevitabilmente spiazzati dalla mossa della casa di Stoccarda. Guerra in pista ma anche nelle strategie di sviluppo, un duello in cui saranno determinanti anche gli scudieri: in seconda fila si replica la gerarchia della prima, con Bottas davanti a Raikkonen nell’ormai classico derby finlandese. La Ferrari sa di dover correre in difesa sul tracciato belga, ma nel corpo a corpo della prima curva, la Source, può succedere di tutto. Anche per questo, sognare si può.


Riproduzione riservata © 2017 TRC