in:

Falsificava le fatture dei clienti , per poi intascarsi quel surplus che lei abilmente aggiungeva al conto

Falsificava le fatture dei clienti , per poi intascarsi quel surplus che lei abilmente aggiungeva al conto; così un mese di body building o crossift nelle sue mani diventavano due o tre fino a quando da controlli fiscali sui conti della società non sono emersi dei dubbi e sono stati chiamati i carabinieri. E’ finita così nei guai un trentatreenne originaria di Formigine ma residente a Fiorano  responsabile di una società sportiva che gestisce una nota e frequentata palestra modenese. La donna aveva messo a punto un sistema ben collaudato gonfiando i i pagamenti per le rate della palestra e intascandosi all’insaputa di clienti e personale della sala fitness centinaia di euro ogni mese. Il trucco le era riuscito per oltre due mesi ed era riuscita a mettere insieme una somma di ben 16 mila euro. Gli ammanchi  però sono emersi e sono stati avvisati i carabinieri. I militari dopo avere accertato la responsabilità della giovane e l’hanno denunciata per truffa.


Riproduzione riservata © 2017 TRC