in:

Tradito dal piumino, del resto con oltre 30 gradi di giorno e minime interno ai 20 l’abbigliamento non poteva passare inosservato

Tradito dal piumino, del resto con oltre 30 gradi di giorno e minime interno ai 20 l’abbigliamento non poteva passare inosservato. Infatti la polizia si è insospettita vedendo l’uomo girare in pieno agosto con un piumino nel centro di Bologna. Del resto la giacca serviva per nascondere 98,17 grammi di hashish, divisi in due panetti, e 1.925 euro in contanti. Ovviamente per il giovane, un 25enne marocchino senza precedenti, è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio. L’episodio è avvenuto alle 23 di ieri sera, quando una pattuglia ha notato il 25enne che insieme a un 40enne tunisino si dirigeva, in bicicletta, da piazza Aldrovandi verso Strada Maggiore. L’abbigliamento troppo invernale di questi tempi ha convinto gli agenti a seguire la coppia, e poi a fermarli per un controllo proprio in Strada Maggiore. Addosso al tunisino non è stato trovato nulla, ma il marocchino aveva invece droga e soldi nascosti sotto il piumino. Ed è stato invece soltanto denunciato, sempre per detenzione ai fini di spaccio, un 20enne gambiano, regolare sul territorio e senza precedenti, controllato nella zona del parco della Montagnola, e trovato in possesso di 8,45 grammi di marijuana, e di 40 euro in contanti. In questo caso l’intervento è partito intorno alle 20, quando un cittadino extracomunitario, che era stato aggredito da un gruppo di persone, ha chiamato la Polizia. Una volta arrivati, gli agenti hanno effettivamente visto alcune persone sulla scalinata che porta al parco. L’uomo non li ha riconosciuti come i propri aggressori, ma i poliziotti hanno notato che uno di loro, il 20enne, vedendoli si era allontanato di corsa in bici su via Irnerio. Successivamente fermato è stata scoperta la droga.


Riproduzione riservata © 2017 TRC