in:

Un violento incendio è divampato nella notte in un’azienda serigrafica si Soliera. Distrutto tutto quello che c’era all’interno. Il titolare. “Danni per 200 mila euro, ora devo ricominciare tutto da capo”.

Pochi secondi e il lavoro di cinque anni andato in fumo, nel vero senso della parola. Amad Naved guarda sconsolato quello che rimane della sua azienda, una serigrafia che stampa tessuti per il distretto tessile di Carpi. Forse un corto circuito o forse, più probabilmente, il calore di una piastra che serve per le stampe e la scintilla è partita. Erano quasi le 2 di notte quando Amad è stato svegliato dai carabinieri. I vigili del fuco sono intervenuti tempestivamente ma la violenza del rogo ha distrutto velocemente tutto quello che c’era nel laboratorio. Le fiamme hanno raggiunto anche il soffitto provocando seri danni alla struttura. Amad Naved, 34 anni pakistano è in Italia da 12 e con con la sua azienda serigrafica mantiene la sua famiglia e quella di un dipendente. Il lavoro racconta stava andando abbastanza bene tanto che aveva deciso di investire comprando altri due macchinari. Ora si ricomincia da capo


Riproduzione riservata © 2017 TRC