in:

Stavano scassinando la porta di una pizzeria in via Emilia a Modena e in pieno giorno, quando i residenti della zona hanno chiamato la polizia. Due malviventi sono finiti in manette. Furto e danni in via Magnavacca.

Uno scalpello lungo 16 centimetri usato in pieno giorno, senza il minimo timore delle conseguenze, e in uno dei luoghi più visibili della città: la via Emilia, a due passi dal centro. La Squadra Mobile di Modena ha arrestato due italiani che tentavano un furto con scasso alla pizzeria da asporto Allegria, in via Emilia Est angolo via Bonaccini: tentavano, alle due di pomeriggio, di piegare il metallo della porta d’ingresso per entrare e agguantare la cassa, venendo invece colti sul fatto grazie alla segnalazione dei residenti, allibiti di fronte a tanta sfacciataggine. Si tratta di una 38enne napoletana e di un 42enne palermitano, entrambi residenti a Correggio, disoccupati e con una lunga storia di reati alle spalle: lei per lesioni e reati contro la persona, oltre a denunce a piede libero per piccoli furti e truffa; lui ben sei precedenti nel territorio per furto e tentato furto, con aggravanti: era già tenuto all’obbligo di firma presso Campagnola, nel reggiano, prima dell’ultima malefatta. Quando la Polizia li ha raggiunti, i due hanno tentato di disfarsi dell’arnese da scasso ma senza successo: sono stati portati in carcere. Il giorno di Ferragosto invece è stata colpita dai ladri una palazzina in via Magnavacca, angolo via Guicciardini: svuotati e brutalmente vandalizzati gli appartamenti al primo piano.


Riproduzione riservata © 2017 TRC