in:

Il proprietario dell’abitazione, un 64enne, è ora ricoverato all’ospedale di Cesena con ustioni sul 50% del corpo. A provocare l’esplosione una fuga di gas in cucina

E’ ricoverato nel centro specializzato di Cesena con estese ustioni sul corpo, in particolare alle mani e al volto, il 64enne che ieri è stato travolto dall’esplosione avvenuta nella sua abitazione a Marzaglia Nuova. Il boato è risuonato nel silenzio della campagna in via Cave Convoglio poco dopo le 18. Dal racconto che lui stesso ha fatto ai soccorritori, l’uomo stava dormendo nella camera da letto posta al secondo piano di questa casa colonica dove vive da solo quando ha avvertito un forte odore di gas. E’ sceso così in cucina al piano terra. In quel momento l’esplosione. Non è ancora chiaro se il 64enne abbia spinto l’interruttore della luce, o abbia acceso il fornello, oppure semplicemente si sia acceso una sigaretta. Quello che è certo è che l’ambiente era saturo di gas. L’esplosione è stata violentissima tanto da sventrare letteralmente la cucina; il proprietario dell’abitazione è riuscito ad uscire appena in tempo prima che crollasse il soffitto e a dare lui stesso l’allarme. L’impianto a gas è collegato ad una bombola esterna ed ora i pompieri stanno cercando di verificare se fosse tutto regolare. La casa ha subito anche danni strutturali: l’esplosione ha provocato vistose crepe visibili esternamente. Ora è stata dichiarata inagibile. L’uomo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale per poi essere trasferito al centro grandi ustionati di Cesena. Sul posto anche la polizia


Riproduzione riservata © 2017 TRC