in:

Domani la salma sarà trasferita nella sua abitazione a Castelnovo sotto. Mercoledì mattina si svolgeranno i funerali. Intanto la famiglia ha deciso di avviare una raccolta fondi a favore del Core

Gaetano trascorrerà un’ultima notte a casa, prima del suo funerale. Domani mattina alle nove, la salma sarà trasferita dall’obitorio del Santa Maria alla abitazione della famiglia Giglione, a Castelnovo Sotto, in via Prati Melli. Sarà possibile fare visita al giovane di 20 anni morto in seguito all’incidente avvenuto in via Marx a Pieve Modolena. Le esequie si svolgeranno mercoledì mattina. Nella tarda mattinata di sabato, Gaetano si stava dirigendo verso la via Emilia a bordo della sua Seat Ibiza. Nell’affrontare una curva, ha sbandato e si è ribaltato in un canale. E’ stato sbalzato fuori dall’abitacolo finendo con la testa nell’unica pozza d’acqua presente in quel tratto del Modolena. I primi ad accorrere, sono stati due residenti della zona, Tiziano Marmiroli e il figlio Lorenzo, che hanno praticato al ragazzo il massaggio cardiaco. Il 20enne è stato ricoverato nel reparto in rianimazione dove, dopo 24 ore è stata dichiarata la morte cerebrale. Un dolore immenso per la famiglia Giglione, che si era trasferita nel reggiano da Caserta, e che ora piange il figlio ventenne, muratore che sognava di diventare un rapper. ‘Non correte, mettete la cintura e state sempre attenti’ è l’appello che lancia il padre dai social. Sempre tramite facebook la sorella Giusy ha voluto ringraziare le tante persone che hanno inviato messaggi di cordoglio: ‘Tenetelo sempre vivo come faremo noi’. In memoria di Gaetano, la famiglia ha deciso di avviare una raccolta fondi da destinare al Centro Oncoematologico di Reggio. Mercoledì mattina l’ultimo saluto: il corteo partirà dall’abitazione alla volta della chiesa di Castelnovo sotto, dove sarà officiato il rito funebre.


Riproduzione riservata © 2017 TRC