in:

Un nuovo caso di radicalizzazione islamica all’interno del carcere Sant’Anna di Modena. La questura ha espulso, con un volo diretto Bologna-Casablanca, un detenuto

Un nuovo caso di radicalizzazione islamica all’interno del carcere Sant’Anna di Modena. La questura ha espulso, con un volo diretto Bologna-Casablanca, un detenuto marocchino di 38 anni, che, durante il periodo di detenzione, avrebbe manifestato posizioni estremiste inneggiando agli attentati e mostrando apertamente odio verso l’Occidente. Il marocchino, già destinatario di un decreto di espulsione del 2015, stava scontando un cumulo di pene per furto, rapina, spaccio e ricettazione. Del caso si è occupata la Digos di Modena. Si tratta dell’ennesimo episodio di questo tipo avvenuto all’interno del carcere Sant’Anna, dove la questura ha già preso provvedimenti simili negli ultimi mesi.


Riproduzione riservata © 2017 TRC