in:

L’indagine sui furti commessi in garage ha colpito un gruppo di cittadini ucraini e moldavi “per lo più irregolari”

Sono sette le ordinanze di custodia cautelare in carcere, a cui si aggiungono quattro indagati in stato di libertà, eseguiti a seguito dell’operazione ‘Transport’. L’indagine è partita dopo una serie di furti aggravati continuati in garage e negozi di biciclette in Emilia-Romagna e Veneto: la Squadra Mobile della Questura di Ferrara e la Polizia Municipale di Minerbio e Baricella, in collaborazione con personale della Squadra Mobile di Bologna, hanno seguito le tracce fino ad arrivare alla banda. L’indagine, si legge in una nota della polizia, ha colpito un gruppo di cittadini ucraini e moldavi “per lo più irregolari e con precedenti specifici che si sono resi responsabili di ricettazione e furti aggravati continuati in garages e negozi di biciclette in Emilia-Romagna e Veneto, a Ferrara, Reggio Emilia, Modena, Forlì, Cesena, Bologna e Verona, nonché furti di auto con le quali poi effettuavano i sopralluoghi”. Nel dettaglio, sono stati 49 i furti accertati in 3 mesi di indagine, per un valore della refurtiva, solo in parte recuperata, di oltre 100mila euro.


Riproduzione riservata © 2017 TRC