in:

È finito con un rocambolesco inseguimento il servizio notturno di controllo volto a prevenire e contrastare la guida sotto l’effetto dell’alcool

È finito con un rocambolesco inseguimento il servizio notturno di controllo volto a prevenire e contrastare la guida sotto l’effetto dell’alcool, svolto dalla Polizia municipale nel week end.

Nella notte tra sabato 5 e domenica 6 agosto gli agenti, che hanno effettuato un posto di controllo in via Emilia ovest dall’1 alle 3.40 della notte, hanno sottoposto al alcol test preliminare 74 conducenti di cui 10, risultati positivi, hanno dovuto effettuare anche la prova con etilometro. Tre gli automobilisti che avendo un tasso alcolico superiore al consentito sono stati sanzionati in base all’articolo 186 del Codice della Strada, per guida in stato di ebbrezza. A due è stata elevata una sanzione amministrativa collocandosi nella prima e meno grave fascia individuata dalla legge; mentre per il terzo è scattata anche una denuncia penale. In quest’ultimo caso sarà quindi l’Autorità giudiziaria a decidere in quale misura applicare la sanzione penale ed eventuali sanzioni accessorie, la detrazione dei punti e la durata della sospensione della patente da uno a due anni. L’ammenda potrà anche essere aumentata da un terzo alla metà, in quanto il reato è stato commesso nelle ore notturne.

Non ha invece voluto sottoporsi ai controlli, il conducente che alla guida di un’automobile Seat Altea non si è fermato all’alt della Municipale e ha forzato il posto di blocco dandosi alla fuga.

Inseguito da due pattuglie, è scappato a forte velocità percorrendo via Emilia ovest, imboccando la tangenziale per poi terminare la fuga in auto in località Tre Olmi dove, messo alle strette dagli agenti, ha abbandonato il veicolo nei pressi di un campo agricolo per continuare la fuga a piedi dileguandosi tra la sterpaglia. Sfortunatamente per lui, all’interno del veicolo, risultato privo di assicurazione e quindi sequestrato dalla Municipale, è stata trovata copia della carta d’identità di un cittadino straniero di nazionalità tunisina, K.Z. le iniziali, riconosciuto dagli agenti quale conducente del mezzo e risultato anche essere privo di patente di guida. A suo nome sono state quindi elevate diverse sanzioni.

Nella notte tra venerdì e sabato, poco dopo la mezzanotte, era stata inseguita e sequestrata dalla Municipale nella zona di via Divisione Acqui un’altra vettura sospetta con a bordo due giovani probabilmente dell’est che non si erano fermati all’alt intimato dagli agenti per un controllo. I due avevano abbandonato in via Pelloni l’auto, una Toyota, ed erano fuggiti a piedi sulla pista ciclabile.

La vettura, priva di assicurazione, è risultata intestata a una donna con precedenti per furto e si sospetta che dovesse essere utilizzata allo scopo anche quella notte


Riproduzione riservata © 2017 TRC