in:

Morte inspiegabile in piscina: Mattia Dall’Aglio è deceduto a 24 anni mentre faceva sport

Un allenamento in sala pesi, come tanti altri svolti nella sua vita da atleta di alto livello. Poi, all’improvviso, il malore fatale: è morto così Mattia Dall’Aglio, 24enne di origine reggiana, nuotatore tesserato per la squadra dei Vigili del Fuoco di Modena. Allievo di Luciano Landi, Dall’Aglio aveva nuotato per due anni ancora l’Imola Nuoto, società con la quale si era imposto all’attenzione degli addetti ai lavori fino a guadagnare la convocazione in nazionale. Queste immagini si riferiscono al momento probabilmente più significativo della sua carriera: la partecipazione alle Universiadi 2015 a Gwangju, in Corea del Sud. Mattia aveva sfiorato il podio nella staffetta 4×200, chiusa al quarto posto dietro Stati Uniti, Australia e Giappone. Ricordi felici che oggi lasciano spazio allo sgomento di chi, con Mattia, ha trascorso anni in piscina, tra gare e allenamenti. Tra gli allenatori incontrati dal ragazzo, il più importante è stato sicuramente Luciano Landi, oggi direttore tecnico della squadra dei Vigili del Fuoco. Questa mattina, ancora incredulo, ha preferito evitare telecamere e microfoni: troppo forte l’emozione, l’unico pensiero era dedicargli una preghiera. Chi ha trovato la forza di parlare è invece Mauro Rozzi, tecnico della Reggiana Nuoto che aveva accompagnato Mattia Dall’Aglio nei primissimi anni in piscina.
Laureato alla facoltà di Ecomomia Marco Biagi a Modena, lavorava come responsabile marketing nell’azienda del padre, la MecAm Srl di Formigine. Ancora da chiarire i motivi del decesso, l’unica certezza è che Mattia Dall’Aglio si stava allenando da solo nella palestra gestita dall’associazione Amici del Nuoto, in via Monsignor Della Valle, nei pressi del comando provinciale dei vigili del fuoco. Ritrovato ormai senza vita nella sala pesi, il personale medico accorso sul posto non ha potuto far altro che constatarne il decesso. Il pm Katia Marino ha disposto l’autopsia.


Riproduzione riservata © 2017 TRC