in:

Doppio intervento, ieri, per gli uomini della Capitaneria di Porto di Ravenna

Doppio intervento, ieri, per gli uomini della Capitaneria di Porto di Ravenna impegnati, nel soccorso di una imbarcazione in difficoltà a Punta Marina e nella bonifica nelle acque del porto Ravenna, a seguito di uno sversamento accidentale di circa 200 litri di olio di semi di girasole. Nel primo caso, spiega una nota, una motovedetta, impegnata in attività di pattugliamento e vigilanza del litorale ravennate, ha prestato soccorso a un catamarano da diporto in difficoltà con l’albero spezzato al traverso di Punta Marina. Le due persone a bordo del natante – di 46 e 52 anni residenti a Ravenna e in buone condizioni di salute – erano già in attesa del rimorchio da parte del circolo velico di Punta Marina: la motovedetta ha così scortato l’imbarcazione all’ormeggio presso il circolo velico di Punta Marina. Nel frattempo la Capitaneria romagnola, raggiunta dall’allarme di una nave commerciale ormeggiata nel porto per uno sversamento accidentale di circa 200 litri di olio di semi di girasole, ha attivato un’altra motovedetta equipaggiata con una nuova e avanzata strumentazione adibita al rilevamento di inquinamenti dovuti ad olii ed idrocarburi e il battello disinquinante ‘Secomar III’, che in poco più di un’ora, ha bonificato lo specchio acqueo interessato, rimuovendo ogni residuo oleoso. Lo riferisce l’Ansa.


Riproduzione riservata © 2017 TRC