in:

Tragedia sul lavoro nel tardo pomeriggio di ieri a Bomporto. Roberto Baraldi, camionista di 33 anni di San Prospero, è deceduto per asfissia. E un infortunio anche oggi

Tragedia sul lavoro nel tardo pomeriggio di ieri a Bomporto. Roberto Baraldi, camionista di 33 anni di San Prospero, è deceduto per asfissia mentre puliva la cisterna del camion all’interno della ditta di autotrasporti Bisi, di cui era dipendente. Roberto aveva appena terminato una consegna di vino e aveva fatto ritorno alla sede aziendale, in via Fermo Corni. In base ai racconti di alcuni colleghi, avrebbe iniziato a pulire l’esterno della cisterna, quando in prossimità del bocchettone, gli sarebbe caduta la scopa all’interno. Roberto si è quindi calato nell’autobotte per recuperarla ma, soffocato dai gas e dal caldo, ha perso i sensi e così il camion di cui tanto era fiero si è trasformato in una prigione mortale. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Bomporto, la medicina del lavoro, i vigili del fuoco di Carpi, un’ambulanza e l’elisoccorso ma per il giovane non c’era più nulla da fare. La salma è stata trasportata alla medicina legale di Modena.

Grave infortunio sul lavoro alle 13.30 di oggi a Sassuolo. Un operaio di 58 anni è rimasto schiacciato schiacciato tra due mezzi, è stato portato d’urgenza in codice di massima gravità all’ospedale Maggiore di Bologna. L’infortunio è avvenuto in un’azienda ceramica di via Emilia Romagna. Sul posto, oltre al 118 per i soccorsi, la medicina del lavoro che sta ricostruendo la dinamica dell’accaduto.


Riproduzione riservata © 2017 TRC