in:

lo studente scomparso da Bologna nella notte tra venerdì e sabato, sta bene. Si trova a Barcellona

lo studente scomparso da Bologna nella notte tra venerdì e sabato, sta bene. Qualche ora fa si è messo in contatto con la fidanzata, si trova a Barcellona, in Spagna, e sta bene. Rientrerà in Italia, ha detto, quanto prima. Tanti gli appelli che da giorni si susseguivano per ritrovare Carlo Nuzzi. Ancora da chiarire il perchè dell’allontanamento senza avvertire nessuno.

 

Il giovane non avrebbe denaro con sé e, per fare rientro in città, ha chiesto aiuto alla famiglia. Le indagini per rintracciarlo sono state condotte dai Carabinieri che, ascoltando amici e familiari – il padre è arrivato da Corigliano Calabro, paese di origine – hanno ricostruito la vita di Carlo e i suoi ultimi spostamenti. Hanno scoperto che il numero di esami che aveva dichiarato – il giovane è iscritto a Farmacia – non corrispondeva a quelli realmente sostenuti, che non mancava una sola prova alla laurea, anche se gli amici hanno detto che stava redigendo la tesi, e che, prima di partire, aveva saldato l’affitto dell’appartamento in via Calori.

 

E’ da poco ripartito in viaggio verso Bologna, Carlo Nuzzi, lo studente di Farmacia scomparso venerdì scorso. Ed è ripartito assieme agli amici, che appena avuto notizia della sua permanenza a Barcellona, si sono messi in viaggio in macchina per andare a prendere il 28enne scomparso venerdì scorso. Nuzzi ieri aveva contattato la fidanzata Rosa, a cui aveva assicurato di stare bene ma di aver finito i pochi soldi con cui aveva passato gli ultimi giorni a Barcellona. Grande l’emozione e il sollievo di familiari e amici, che si sono premurati di trovargli una sistemazione temporanea, mentre subito, nell’impossibilità di trovare posto su un aereo, gli amici erano partiti in macchina per raggiungere la Spagna. Il ragazzo ha parlato anche col padre, che lo ha rassicurato: l’unica cosa importante è che torni gli ha detto Antonio, carabiniere di professione, che ha promesso: nessuna ramanzina.


Riproduzione riservata © 2017 TRC