in:

Ha preso a calci il cane, lo ha frustato con il guinzaglio e ha continuato ad urlargli: “Inchinati al re”. E’ successo sabato sera in stazione a Bologna.

Ha preso a calci il cane, lo ha frustato con il guinzaglio e ha continuato ad urlargli: “Inchinati al re”. E’ successo sabato sera in stazione a Bologna, alcuni passeggeri hanno visto il maltrattamento e si sono subito rivolti alla polizia ferroviaria. Gli agenti hanno trovato l’uomo in via Matteotti, continuava a strattonare il povero animale, malnutrito, zoppicante e ferito a un orecchio. Intervenuti per salvare il cane, l’uomo ha inveito anche contro la polizia dicendo che il cane era suo e ci faceva ciò che voleva. Il 35enne, originario di Trento e senza fissa dimora, è stato denunciato per maltrattamenti e oltraggio, Pocio, questo il nome del cane, è stato rifocillato e affidato al canile.


Riproduzione riservata © 2017 TRC