in:

La procura sta raccogliendo le diverse denunce presentate dalla stilista. La prima, che configura lo stalking, riguarda volantini diffamatori che la Severi trovò vicino a casa oltre a un danneggiamento alla sua automobile

La procura di Modena ha aperto un fascicolo per ora contro ignoti, con l’ipotesi di stalking e diffamazione in merito alla vicenda che vede coinvolti l’ex comandante della Guardia di finanza di Modena il colonnello Alberto Giordano e la stilista Francesca Severi. La procura sta raccogliendo le diverse denunce presentate dalla stilista. La prima, che configura lo stalking, risale ad ottobre scorso e riguarda volantini diffamatori che la Severi trovò vicino a casa oltre a un serio danneggiamento alla sua automobile. L’ipotesi di diffamazione invece è relativa alla vicenda emersa in questi giorni sulle foto e le lettere firmate dal colonnello postate su Fb , materiale che militare sostiene essergli stato rubato da un hacker. Della vicenda si sta occupando la polizia postale di Modena che ha breve fornirà un resoconto complessivo dell’indagine. Con molta probabilità l’inchiesta resterà a Modena e non sarà trasferita a Trento, come ipotizzato, città dove risiede il colonnello Giordano


Riproduzione riservata © 2019 TRC